Il BUMBUM ovvero il Big Butts e le indagini de Le Iene

Salve gente!

Oggi m’inoltro in un tema caliente come il Paese da cui ha origine e provenienza questa tradizione.

aef794bcbfad4b559fcfcf1cf1e9d96879b3357033917703258209019d7a7bce

Ciò che agli occhi del maschio medio può sembrare solo una questione prettamente materiale, per il Brasile rappresenta uno status, un elemento di appartenenza, un legame con la terra natia: le proprie origini.

Parliamo come dicono a Rio de Janeiro del BUMBUM. Attirata e a tratti esterrefatta da tutto ciò, seguo il servizio de “Le Iene”, dal quale apprendo come la moda del sedere grosso diffusa per tradizione nei paesi latini ormai stia spopolando in tutto il mondo.

download

Il cosiddetto culone che rappresenta un’evoluzione estetica, ha ribaltato i classici canoni della moda, addio donna androgina e scarnita. Ed è proprio sulla popolarissima spiaggia di Ipanema, come cita la celeberrima “Garota de Ipanema” straordinario pezzo del repertorio bossa nova brasiliano, che si possono affrontare dettagliate conversazioni con esperte del settore, in grado di svelare quali sono le strategie per un bumbum vincente. Ed ecco che si scopre l’arcano di un bum bum grande, rotondo e sempre allenato, contornato dal “fio dental”, che a volte risulta invisibile all’occhio umano, poiché come viene spiegato deve essere il più piccolo possibile: MINUSCOLO! La parola vergogna è abolita nel vocabolario di una bumbum girl.

True+that+i+like+big+butts+and+i+cannot+lie_4afca4_3925531

Risulta strepitoso scoprire come in Brasile le dimensioni non contano ANZI più grande è meglio è 🙂 alla faccia dei sederini da modella. Ed è cosi che si riscopre la perfezione nell’abbondanza, facendo diventare un pregio 115 cm di circonferenza fianchi. Non mi resta che dire EVVIVA da curvy girl quale sono!!!

gisa-gomes-de-28-anos-representa-o-estado-de-sao-paulo-na-busca-pelo-titulo-de-miss-bumbum-brasil-2014-1407245032436_892x599

Diciamo che il metodo più sano per avere un bel bumbum è l’allenamento costante, con flessioni, piegamenti, squat e magari anche con un attento personal trainer; oppure trattamenti estetici come ultrasuoni per bruciare il grasso, o la terapia del vuoto per migliorare il microcircolo e prevenire la cellulite oppure le stimolazioni elettriche per tonificare i muscoli, oltre ovviamente alla genetica: il cosiddetto sangue brasileiro!

Ma il dramma coma sempre sta nell’esagerazione, nella ricerca della perfezione, che ormai è una moda diffusa nel mondo latino sia attraverso la chirurgia, procedura consigliata oltre che gettonata, con l’inserimento di protesi o peggio, invece, se attraverso iniezioni sotto pelle di sostanze libere come il silicone liquido o l’idrogel o il polimetil-metacrilato.

Come è accaduto ad Andressa Urach Miss bumbum 2013, ricoverata d’urgenza per una setticemia alle gambe causata dall’uso di idrogel per modellare il suo corpo trasformandolo artificialmente in quello di una super-maggiorata.

Adressa Urach dilaniata dalle sostante iniettate.
Adressa Urach dilaniata dalle sostante iniettate.

Giusto per intenderci l’idrogel è un colloide usato ad esempio per fabbricare le lenti a contatto morbide e, una delle ultime tendenze delle modelle che sfilano al Carnevale di Rio è di farsene iniettare grandi quantità nei glutei e nei seni, provocando un’immediato aumento della parte interessata, ma con dei rischi enormi per la salute. La modella in questione si era fatta iniettare cinque anni fa, mezzo chilo per gamba di questo cocktail letale, continuando poi con iniezioni di PMMA, cioè una sorta di cemento liquido che si solidifica nel corpo, lo stesso materiale che si adopera per realizzare i fanali posteriori delle auto o le barriere di protezione negli stadi.

modelle brasiliane

Ecco le due facce di una stessa medaglia…il bumbum per il Brasile non è solo una parte del corpo, ma è una tradizione, un mito, un inno alla vita…e con entusiasmo d’oggi in avanti guarderò il mio curvy lato B, accantonando l’amarezza nel misurare i miei 105 centimetri di bumbum!!!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...